AFEL | Corso di Digitalizzazione del Documento Pubblico e Privato
15583
single,single-post,postid-15583,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-7.6.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.6.2,vc_responsive
 

Corso di Digitalizzazione del Documento Pubblico e Privato

19 Set Corso di Digitalizzazione del Documento Pubblico e Privato

Tanto in ambito pubblico che privato, la digitalizzazione dei patrimoni archivistici diventa
ogni giorno di più una necessità imprescindibile, come dimostrano le richieste sempre
maggiori in gare e bandi di figure in grado di occuparsi del processo di dematerializzazione e
catalogazione del materiale cartaceo esistente e di creazione di archivi e cataloghi consultabili
offline e online.
Nell’ottica dell’abbattimento dei costi, pubbliche amministrazioni e pmi puntano a ridurre
quanto più possibile le spese collegate alla documentazione cartacea. Le piccole e medie
imprese sono orientate alla realizzazione di archivi digitali dei documenti contabili e fiscali e
a utilizzare quanto più possibile le moderne tecnologie, come la fatturazione elettronica,
mentre le pubbliche amministrazioni sono tenute alla dematerializzazione dei procedimenti
amministrativi e alla digitalizzazione dei documenti esistenti.
Oltre che da esigenze pratiche, come quella di utilizzare gli strumenti informatici più
innovativi quale, ad esempio, la firma digitale per la sottoscrizione di verbal,i e l’eliminazione
della ingombrante mole di documenti cartacei, una normativa che trova sempre più trova
esecuzione chiede anche ai liberi professionisti, come avvocati e commercialisti, di dotarsi di
archivi informatici, che devono garantire però alti livelli di sicurezza e facilità di reperibilità
del materiale digitalizzato e conservato per poter essere pienamente efficienti.

Numerose sono le istituzioni culturali: Archivi, Biblioteche, Musei, Fondazioni, Università,
ma anche svariati enti pubblici che puntano alla digitalizzazione e catalogazione del proprio
patrimonio archivistico. La conservazione digitale tutela infatti il prezioso e delicato materiale
cartaceo dal naturale deterioramento cui esso va in corso e ne permette tramite cataloghi on
line la fruizione da parte di un pubblico sempre più ampio.

Il Corso è aperto a tutti coloro che intendono acquisire le competenze necessarie per la
digitalizzazione e conservazione dei documenti. Le conoscenze base necessarie saranno,
infatti, affrontate nel primo dei cinque moduli in cui si articola il percorso formativo. Al
termine delle lezioni, seguirà un periodo di tirocinio che raccordi così quanto appreso in aula
con una sicura padronanza pratica degli strumenti e delle metodologie più all’avanguardia nel
settore. Il corso sarà tenuto da esperti di altro profilo, universitario e internazionale, e prevede
un esame finale. A conclusione verrà rilasciato un attestato.

Obiettivi:
Il corso intende formare una figura professionale con competenze e capacità specifiche per
operare nel campo di progetti e servizi di catalogazione e archiviazione digitale sia dei
documenti antichi, fortemente richiesti in ambito culturale, che moderni, come quelli
concernenti le pubbliche amministrazioni e gli enti privati.
Il percorso formativo si articola in cinque moduli. Il primo avrà per oggetto la trattazione
delle conoscenze dei settori disciplinari di base, seguiranno moduli specifici per
l’acquisizione digitale dei documenti, la loro archiviazione e conservazione. Il modulo finale
verterà sui principali settori applicativi. A conclusione del percorso, il corsista sarà in grado
di:
– realizzare la digitalizzazione di documenti antichi e moderni utilizzando i più
conosciuti supporti di memorizzazione e sistemi di storage management
– progettare e realizzare archivi digitali ; saper sopraintendere alla loro conservazione
– realizzare cataloghi digitali
– realizzare gli strumenti atti alla fruizione dei cataloghi on line

Programma didattico:

Modulo 1: Conoscenze di base
Elementi di archivistica generale
Elementi di informatica
Bibliografia e biblioteconomia
Legislazione dei beni culturali e l’amministrazione digitale
Modulo 2: Informatica documentale
Elementi di archivistica informatica
Tecniche e criteri per l’acquisizione digitale
Supporti di memorizzazione e sistemi di storage management
Sicurezza informatica
Modulo 3: Produzione, gestione e archiviazione dei documenti informatici
Dati e metadati ( in particolare semantic web – l’arch. Informatica)
Project management
Flusso di lavoro
Modulo 4: Conservazione digitale
Conservazione digitale (arch. Informatica)
Modulo 5: Settori applicativi e approfondimenti
Fatturazione elettronica, protocollo, firma digitale, archiviazione e conservazione
digitale dei documenti contabili, fiscali e legali

Sbocchi:
Il corso punta alla formazione di una figura professionale attualmente tra le più richieste dal
mercato del lavoro. I suoi ambiti occupazionali spaziano infatti dal settore culturale: archivi,
enti ecclesiastici, biblioteche, musei, a quello di medie e piccole imprese e studi professionali
che intendono sviluppare progetti di digitalizzazione e consultazione del proprio patrimonio.
In ambito pubblico risponde alle competenze previste dalle nuove figure emergenti del
responsabile della gestione documentale, del responsabile del servizio di conservazione
digitale ma anche del records manager e del digital curator

Periodo: ottobre-marzo
Durata: 255 ore (155 ore di lezioni frontali +100 ore di tirocinio)